Si scrive “A Meno Che” o “Almeno Che”?

Si scrive “A Meno Che” o “Almeno Che”?

Perché è così grave commettere errori grammaticali? Secondo il mio modesto parere, la risposta potrebbe essere data su diversi piani.

Per prima cosa, chi commette errori ripetutamente potrebbe rientrare nella categoria dei “poco istruiti”, al di là del fatto che possa poi essere vero o meno. Ci mancherebbe, a tutti noi è capitato di commettere errori grammaticali, spesso dovuti a scarsa attenzione quando si scrive pur conoscendo esattamente cosa è lecito o meno nella lingua italiana. In più, a seconda della tipologia di errore, potremmo rischiare di travisare totalmente ciò che stiamo scrivendo, raggiungendo un esito diverso da quello effettivamente voluto.

Tempo fa, quando lavoravo in un’azienda, mi è capitato un cliente che stava letteralmente impazzendo a causa di una email che per lui aveva poco senso. In pratica, l’interlocutore con cui si era sentito telefonicamente poco prima aveva scritto l’opposto di ciò che aveva asserito al telefono. In pratica, l’equivoco era nato per una banalissima virgola. “Possibile?”, dirà qualcuno di voi. Invece è così. Questa benedetta virgola, in quell’occasione omessa dal contesto, aveva dato alla frase un significato diametralmente opposto.

L’aneddoto di cui vi ho fatto partecipe serve per farvi capire come, nella nostra lingua, anche una piccola omissione può portare a risultati opposti da quelli realmente voluti.

Fatta questa utile e doverosa premessa, oggi mi soffermerò sulla versione corretta tra “A meno che” e “Almeno che”. Lo sento solo io questo coro unanime che arriva da tutti i punti cardinali? Cosa mi sta dicendo? “Si scrive Almeno che!”. Ne siete proprio sicuri? E se, invece, vi dicessi che è uno degli errori grammaticali più gravi nella lingua italiana? “Ma se lo usano in tanti!”, sta urlando nuovamente il coro, che non è quello degli angeli.

Perché è un errore

Tutto parte dal significato stesso di Almeno, che significa “Come minimo”. Considerando ciò, l’aggiunta del Che non ha senso. Invece, A meno che significa “A patto che”, quindi l’aggiunta della congiunzione è una logica conseguenza grammaticale. Per rendervi la comprensione più semplice, vi offro generosamente due esempi:

  • Considerando le sue scuse, almeno cerca di essere più magnanimo.
  • A meno che non dimostri il contrario, ammetti di aver sbagliato.

A differenza dell’esempio precedente, dove la frase è unica e di senso compiuto, in quest’ultimo l’utilizzo di A meno che presuppone una frase precedente come principale.

Come mai, allora, si commette l’errore di aggiungere Che ad Almeno? Perché in tanti pensano che A e Meno possano essere unite. Non è così. Almeno è una parola che esiste nella nostra lingua e non nasce assolutamente da questa unione. Addirittura mi è capitato di leggere sui social media (diventati ufficialmente il luogo dove la grammatica italiana spesso viene assassinata) “Ammeno”, altra parola che la lingua italiana non contempla assolutamente.

In conclusione, quando dovete usare Almeno o A meno che e avete dei dubbi sulla forma esatta da inserire in una frase, ricordatevi la mia spiegazione. Se poi l’avete dimenticata, non proseguite alla cieca, ma cercate la risposta in un libro di grammatica oppure su Internet che, ricordatevelo, non serve soltanto per allietarsi.

Post Comment

dodici − 2 =